ChiamaInfo

…e dopo il coronavirus cosa accadrà?

Cosa succederà appena il coronavirus sarà terminato? Si venderanno le case?

Il mio pensiero in merito è semplice e desidero condividerlo con voi.

Chi è motivato all’acquisto e chi è motivato alla vendita farà la transazione immobiliare, a differenza del venditore perditempo e dell’acquirente fantasioso che faranno tante chiacchiere. Questo accade da sempre e per sempre si ripeterà.

MOTIV-AZIONE: l’analisi della parola ne determina il significato.

Se esiste un motivo valido, importante e determinante, ci sarà l’azione.

Se c’è un desiderio aleatorio, non accadrà nulla.

Il timore e la paura che vivono nei promittenti venditori o acquirenti sono gli stessi che attanagliavano le loro menti anche prima di questo periodo.

Ripartiremo con la solita e accurata selezione del cliente, intervistandolo, chiedendogli perché desidera vendere, andando a fondo per capire perché vuole acquistare. Essere vicino al potenziale venditore, spiegandogli con cura il suo ruolo. Essere vicino all’acquirente, informandolo di tutti i passi da compiere. Effettuare un lavoro di assistenza e consulenza verso i protagonisti della compravendita per far sì che diventino clienti soddisfatti. Questa è l’attività principale da svolgere alla ripartenza.

Cosa succederà all’immobiliare? Sarà difficile avere un mutuo per acquistare casa?

La difficoltà economica che si creerà post virus sarà inevitabile, dovrà essere gestita con attenzione da parte degli operatori di mercato.

La consulenza finanziaria sarà alla base della ricerca di una nuova casa da acquistare. Conoscere quali sono i propri limiti di accesso al credito, faciliterà le operazioni di selezione immobiliare, eviterà illusioni e voli pindarici. Scegliere la casa che accoglierà la nuova famiglia che si costituirà, rispettando i parametri finanziari, renderà il prosieguo degli acquisti correlati alla casa più agevole.

La “casa” non si ferma solo all’acquisto diretto e alle imposte conseguenti, ma necessita di un completamento per viverla. Vale a dire l’arredo, che seppur con la frontiera del lowcost è diventato più accessibile, spinge comunque le neo-famiglie ad un passo economico in più.

Quindi è determinante riflettere bene per non sbagliare l’acquisto.

Mi permetto di indicare quali sono le domande da farsi prima di iniziare la ricerca di una casa:

Qual è la zona più congeniale al raggiungimento del mio luogo di lavoro?

Qual è la zona più vicina al luogo di lavoro di mia moglie/marito?

Qual è la zona che ho sempre desiderato per poter esprimere il mio modo di vivere?

Resto nella zona in cui sono nato? Resto vicino ai miei cari?

Di quanto spazio avrò bisogno?

Senza ascensore posso acquistare?

Devo avere una casa con doppia esposizione?

Il posto auto è davvero imprescindibile?

La cantina è un elemento indispensabile?

Il contesto abitativo deve essere recintato con del verde?

Piano alto o piano basso?

Avere un’idea ben definita di quello che si cerca, renderà più snella la vita da promittente acquirente.

A volte scontrarsi con la realtà dopo mesi di ricerca diventa frustante, meglio sin da subito capire qual è il segmento di casa adatto ai propri desideri e confacente alle proprie tasche.

Con la Castelletti RE potrete vendere al meglio il vostro immobile perché selezioniamo gli acquirenti, in modo da non perdere tempo.

Per trovare la casa desiderata consigliamo quale strada percorrere per non trovare semafori rossi e raggiungere la meta.

Prenota una consulenza con i nostri agenti: in questo momento sarà solo telefonica e a breve (spero) di persona.

Si dice “chi ha tempo, non aspetti tempo”

Andiamo Avanti!

Aggiungi commento

Loading...